Bottega d’Arte Ceramica Gatti


La ceramiche e le tecniche di lavorazione

La ceramica

Per ceramica si intende qualsiasi oggetto fatto in argilla, cotto ed eventualmente dipinto, sia di produzione artigianale che industriale, realizzato con vari tipi di argille e cotto a varie temperature, fanno parte di questa famiglia la maiolica, il gres, la porcellane, etc.
L’arte della Maiolica si tramanda in Italia fin dal medioevo, riguarda la fabbricazione di oggetti in terracotta rivestita da maiolica dipinta. L’artigiano realizza un impasto di acqua e argilla caratterizzato da buona plasticità e coesione. Il manufatto realizzato con impasto crudo viene essiccato e sottoposto all’azione del fuoco che lo consolida in modo permanente. Un manufatto in terracotta è solo un manufatto realizzato con impasto argilloso che viene sottoposto a cottura. Dopo la prima cottura avvenuta a 990° la terracotta, solida ma porosa, deve essere rivestita da vernice o smalti. Degli smalti, il più noto è quello bianco, brillante, opacificato dall’ossido di stagno, che forma il rivestimento detto a “maiolica”. Sia vernici che smalti si possono tingere con colori a base di ossidi metallici, i quali, uniti ai necessari fondenti, secondo la temperatura e l’atmosfera del forno (ossidante o riducente), si comportano in modo differente producendo diversi effetti. Gli ossidi coloranti utilizzati per dipingere su maiolica si fissano fondendo sotto e dentro i rivestimenti mediante una cottura a 920° rendendo la superficie dell’oggetto impermeabile, lucente e dai toni di colore caldo. Una ulteriore decorazione possibile applicarla a pennello con una tecnica detta a piccolo fuoco fissando i colori con una cottura a circa 700°.

 


 

Il Platino / Oro
E’ una tecnica che si utilizza sopra lo smalto, dopo la seconda cottura la ceramica viene decorata a mano tramite pennello con platino oppure oro zecchino, quindi viene nuovamente cotta nel forno a 720°. Ogni oggetto risulta a pezzo unico.

Il Madreperla
Il Madreperla è un colore iridescente trasparente che viene dipinto, sulle superfici già vetrificate, col pennello alle parti che si vogliono far risaltare. E’ fissato tramite una cottura finale a 720°.

Il Riflesso
Questa tecnica è ottenuta sciogliendo sali di metalli nobili in acidi e applicandoli su superfici vetrificate. I manufatti vengono messi in forno per la terza volta per una cottura a 720°, giunta a questa temperatura da un’apposito pertugio si introducono nella camera di cottura particolari sostanze naturali la cui combustione crea un ambiente riducente, cioè in assenza d’aria che permette la trasformazione dei Sali di metalli facendoli diventare iridescenti. Questa complessa tecnica, che tutt’ora è custodita come segreto di famiglia produce una serie di originali riflessi. Messa a punto alla fine degli Anni Venti da Riccardo Gatti, caratterizza numerose esclusive creazioni della Bottega d’Arte Ceramica Gatti. Ogni manufatto è un’opera unica.

Il Riflesso con basi policrome
È una tecnica che utilizza smalti di base con diverse caratteristiche e colori, alcuni al naturale e altri trattati con la tecnica dei riflessi metallici. L’artigiano lascia cadere sui manufatti gocce di smalto dei diversi tipi in modo apparentemente casuale, servendosi delle mani, del pennello o di una spugna. Ne risulta un effetto di rara bellezza derivato dall’alternanza di parti a riflesso e di parti prive di riflesso. Ogni manufatto è un’opera unica.

Il Rilievo
Il maestro artigiano si serve di un pennello per dipingere particolari disegni sulla terracotta. Il colore utilizzato, viene più volte passato sul disegno fino a ottenere il giusto spessore. Il manufatto viene quindi integrato nella pittura com maiolica satinata, dipinto con ossidi policromi e cotto a 920°. In seguito la viene applicata la tecnica del riflesso. Si tratta di un procedimento lungo e laborioso, il risultato è una grande variabilità delle policromie a riflesso. La tecnica a rilievo consente di ottenere superfici di diverso spessore e riflessate con raffinati giochi di sfumature e iridescenze. Ogni manufatto è un’opera unica.